Ma cosa è esattamente WordPress.?

Che cosa è esattamente Wordpress e come-funziona - Assistenza Wordpress

Ok.. Ne abbiamo parlato tanto, ma cosa è esattamente WordPress e come funziona.?

WordPress è una piattaforma software di “personal publishing” per la creazione di blog e siti personali o aziendali utilizzabile in due versioni: quella disponibile gratuitamente su WordPress.com che permette a chiunque di pubblicare il proprio sito/blog e quella, sempre gratuita, da scaricare ed installare su uno spazio server, questa seconda versione offre possibilità molto maggiori di quella ospitata su WordPress.com. Questa è una definizione di base e rispecchia le caratteristiche di WordPress all’epoca del suo debutto avvenuto nel 2003, oggi WordPress è un vastissimo ecosistema diffuso a livello globale ed i siti realizzati con WordPress sono circa il 20% di tutti quelli online. Dal lato tecnico WordPress funziona con PHP ed utilizza un Database MySQL.

WordPress e le altre piattaforme, la semplicità e la versatilità

Di piattaforme di personal publishing ne esistono altre come Joomla e Drupal che sono i principali concorrenti di WordPress ed hanno il loro seguito di utilizzatori ed estimatori ed una nutrita comunità di sviluppatori oltre a disporre di numerosi temi grafici e moduli aggiuntivi. Sia Joomla che Drupal sono software gratuiti come lo è WordPress ed offrono ampie possibilità di uso e sviluppo, in particolare posso citare il sito della Casa Bianca realizzato con Drupal, ma a differenza di WordPress sia Joomla che Drupal presentano una elevata complessità di gestione e necessitano di nozioni di programmazione che non sono necessarie con WordPress, basti pensare che l’installazione di Joomla richiede circa mezzora, quella di Drupal almeno un’ora e mezza mentre WordPress è pronto per essere utilizzato in meno di due minuti.

WordPress oggi, una piattaforma per tutte le esigenze web o quasi

WordPress si definisce un CMS – Content Management System, un ambiente in cui la grafica e le funzioni sono indipendenti dai contenuti editoriali come testi e immagini e possono essere variati a piacere senza influenzare questi ultimi come avveniva con i siti scritti in HTML, oggi per pubblicare con WordPress non serve conoscere linguaggi ma ci si può concentrare solo sulla produzione di testi ed immagini. WordPress nasce inizialmente come piattaforma di blogging ma oggi si presta alla realizzazione di diverse tipologie di pubblicazione web, alcune attraverso la sola piattaforma WordPress e altre con l’impiego di plugin, vediamole:

  • Blog personale – La tipologia originaria e l’uso più semplice, consente la pubblicazione di articoli corredati di immagini e video e può estendere le sue funzionalità tramite l’uso di plugin, in genere è utilizzato in questa maniera da un solo autore che lo gestisce in proprio. Nonostante la dimensione basica un blog personale può raggiungere elevati livelli di visibilità e di traffico.
  • Sito Web – Con WordPress si possono realizzare siti web composti di pagine statiche in luogo di articoli che possono comunque essere presenti impostando una pagina statica come “pagina articoli” integrando in questo modo le funzioni di sito web e di blog. La creazione di un sito può essere più laboriosa e richiedere l’intervento di un webmaster che imposti il layout del sito che potrà poi essere facilmente gestito in autonomia dal proprietario.
  • Blog Multiautore – Una piattaforma collaborativa in cui a produrre i contenuti sono diverse persone, da un limitato staff fino ad un grande numero di collaboratori come in Reset-Italia. Un blog multiautore è realizzato con il solo WordPress senza necessità di ulteriori plugin, gli autori sono suddivisi in una gerarchia di ruoli che va da Amministratore a Collaboratore con diversi gradi di facoltà e privilegi, un Collaboratore può scrivere articoli che dovranno poi essere approvati da un membro di grado superiore come un Editore o un Amministratore. Un blog multiautore è facile da creare ma se vasto richiede adeguate risorse dal lato server come spazio su disco, ampiezza di banda disponibile pena un funzionamento zoppicante e la sua manutenzione sarà decisamente più impegnativa.
  • Rete di Blog – In origine esisteva WPMU (WordPress Multi User) ma oggi si può creare una rete di blog aggiungendo alcune istruzioni al file di configurazione di WordPress. Con questa modalità utilizzata ad esempio da GialloZafferano, ogni utente può creare il proprio blog e pubblicare in autonomia senza moderazioni nel rispetto delle linee guida del network. Anche per questa modalità non servono componenti aggiuntivi ma è WordPress a gestire il tutto, attivare un network di blog richiede maggiori competenze e può essere necessario dover accedere ad alcune configurazioni dal lato server.
  • Blog o Sito multilingua – Può essere realizzato in due modi: facendo tante installazioni di WordPress quante sono le lingue che si desiderano o utilizzando un plugin come WPML o PolyLang, a pagamento il primo e gratuito il secondo. Ovviamente la soluzione plugin è decisamente più pratica e gestibile rispetto alla installazione multipla perché un plugin come WPML gestisce tutti gli aspetti linguistici ed è anche in grado di effettuare le traduzioni ed aggiornarle tutte le volte che si modificano i testi nella madrelingua.
  • Sito con aree riservate e contenuti a pagamento – Se volete realizzare un sito per corsi online o offrire dei contenuti a pagamento è possibile farlo con plugin come S2Member attraverso cui è possibile impostare l’accesso a pagamento per alcuni contenuti o aree del sito secondo diverse modalità, dal pagamento unico fino agli abbonamenti per periodi tempo o per numero di contenuti. S2Member esiste in versione gratuita o a pagamento ed ha un setup complesso che può richiedere anche configurazioni lato server.
  • Portali e-Commerce – Con l’uso di adeguati plugin primo fra tutti WooCommerce, WordPress può diventare un negozio online a tutti gli effetti, installabile e gestibile con la semplicità propria di WordPress e di sicuro molto più facilmente che non le pur ottime piattaforme dedicate come PrestaShop o Magento. Con WooCommerce potere mettere online il vostro portale e-Commerce in pochi minuti, inserire i prodotti e cominciare a vendere.

Questa è solo una panoramica non esaustiva di cosa si può fare con WordPress ma le possibilità sono davvero troppe per elencarle tutte. Voi pensate a cosa vorreste realizzare sul Web e le probabilità che possiate farlo con WordPress sono sicuramente molte ed il bello è che molte delle caratteristiche elencate possono essere combinate insieme: un blog può essere multilingua ed integrare un e-Commerce, un sito può avere aree a pagamento ed integrare un blog pubblico, un e-Commerce multilingua può ospitare un blog madrelingua ed avere aree a pagamento, tutto questo perché gli sviluppatori cercano di rendere i plugin compatibili tra di loro anche se non sempre ci si riesce, ricordate comunque che maggiore sarà la complessità di una installazione maggiori saranno le attenzioni da dedicare al backup e alla manutenzione come pure alla amministrazione ed agli aggiornamenti, va bene che WordPress rende le cose abbastanza semplici ma più cose ci si mettono a più cose bisogna badare.

Bene, adesso avete le idee più confuse di prima e vi servirà sicuramente una consulenza su WordPress, potete chiamarmi o inviarmi un messaggio e potrò aiutarvi a realizzare il vostro progetto con WordPress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *