Scegliere il miglior hosting per WordPress

Le caratteristiche del il miglior hosting per WordPress

Come scegliere il miglior hosting per WordPress

Dopo che vi è venuta voglia di creare un sito in WordPress in genere il primo interrogativo che si presenta è dove piazzarlo fisicamente ovvero cercare il miglior hosting per WordPress che possiate trovare e questa scelta non è sempre facile se non si conoscono le caratteristiche che un buon hosting dovrebbe avere, quindi questo post cerca di illustrare brevemente alcuni requisiti indispensabili affinché il vostro sito in WordPress possa avere una esistenza lunga e serena quale si augurerebbe ad un buon amico.

Premessa sulla sicurezza di WordPress

Non mi dilungherò sui requisiti di sicurezza in quanto la sicurezza non esiste, o meglio esiste un ragionevole livello di sicurezza proporzionato sia al tipo di protezione che si richiede sia al tipo di minacce alle quali si vuole fare fronte. Il miglior hosting per WordPress dal punto di vista della sicurezza sarebbe un proprio server dedicato ubicato in un datacenter e protetto da una gabbia che ne impedisce l’accesso anche fisico alle persone non autorizzate ma siccome questa è roba da CIA è meglio rimanere con i piedi per terra dicendo che ai fini della sicurezza vanno senz’altro evitati gli hosting troppo economici che equivalgono ad un condominio con molti inquilini e che spesso qualcuno di questi lascia aperto il portone. Per la sicurezza della propria installazione ci sono una serie di accorgimenti di protezione illustrati nei post precedenti, qui parleremo delle caratteristiche funzionali che dovrebbe avere il vostro hosting per WordPress.

Libertà di installazione di WordPress

Alcuni hosting credendo di farvi un piacere, propongono le cosiddette installazioni  “OneClick” che consistono nella installazione di WordPress in pochi secondi dal pannello di controllo, la creazione del database e tutte le altre operazioni che si compiono normalmente nella tradizionale procedura di installazione di WordPress, con la differenza che queste installazioni semi-automatizzate in genere fanno alcune cose di testa loro come installare WordPress in una cartella apposita, spesso denominata con scarsa fantasia “wordpress” oppure generano un file wp-config.php con proprie specifiche e magari non vi consentono di scegliere il nome del Database o il prefisso delle sue tabelle. Tutto questo vuol dire che vi ritroverete con una installazione non-standard che in caso di problemi sarà più difficile riparare. Evitate come la peste queste procedure perché oltre ad essere del tutto inutili possono anche creare molti grattacapi. Meglio un hosting nudo e crudo che vi faccia gestire l’installazione in piena libertà.

Pieno accesso alle risorse di WordPress e del sistema

Un buon hosting per WordPress dovrebbe consentirvi di accedere liberamente ad alcune risorse come il file .htaccess in cui andare ad inserire funzioni per aumentare la sicurezza, al file php.ini nel quale possono essere impostate alcune variabili come la quantità di memoria PHP da rendere disponibile per WordPress, la possibilità di variare via client FTP o via Terminale i permessi di lettura-scrittura di files o cartelle, cosa a volte necessaria per delle gestioni complesse.

Versioni PHP e PhpMyAdmin

Accertatevi magari chiedendolo al provider che il vostro hosting per WordPress vi consenta di scegliere quale versione di PHP utilizzare, in genere questo settaggio si imposta da pannello di controllo e può essere molto utile con temi che richiedano versioni di PHP diverse da quella di default. Accertatevi anche di avere il pieno accesso a PhpMyAdminlo strumento fondamentale per la gestione del Database che è il cuore del vostro WordPress e che la versione in uso sia aggiornata. A volte può essere necessario disporre di più di un Database quindi cercate un hosting che non vi limiti nella loro creazione.

Accesso FTP sicuro con SFTP o SSL-FTP

Fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, quindi se il vostro hosting per WordPress dispone di un accesso FTP sicuro via SFTP (FTP su SSH) o SSL-FTP è sicuramente un vantaggio, sia per la sicurezza che per l’usabilità. Considerate che se siete utenti coscienziosi è con FTP che farete il vostro backup periodico di WordPress e che se riuscite a proteggere in dati che viaggiano in chiaro e a lavorare velocemente ed in maniera affidabile riuscirete a gestire il vostro sito in maniera agevole e sicura.

Possibilità di utilizzare un diverso server MySQL

Nel caso in cui vi troviate a gestire un blog a grande traffico con un alto numero di post ed un conseguente volume di commenti o un blog multi-utente o ancora una installazione di WordPress multisito, il vostro Database sarà molto sollecitato dall’alto numero di chiamate MySQL contemporanee e potrebbe generare ritardi ed errori esasperando gli utenti. In questo caso il vostro hosting per WordPress dovrebbe prevedere la possibilità di utilizzare un server MySQL più potente e più capace oppure di attivare un “container” apposito in cui fare girare il vostro Database con le risorse di cui ha bisogno.

Quindi quale sarebbe il miglior hosting per WordPress?

Sicuramente quello che ha tutte queste caratteristiche, sono certamente da evitare i più “popolari”, diciamo che con una spesa intorno ai 20/30 euro al mese si acquistano piani di tutto rispetto da providers italiani e non mentre potete tranquillamente scartare le offerte di costo inferiore, personalmente utilizzo da anni un GridServer di (mt)mediatemple su cui risiede anche questo sito e mi sento di consigliarlo a tutti proprio perché risponde in pieno a tutti i requisiti elencati oltre ad offrire molti altre funzionalità come una gestione profonda dei DNS e molto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.